Roberto Menotti

Printer-friendly versionSend to friend
Roberto Menotti

Roberto Menotti is Editor-in-Chief of Aspenia online. He is also Deputy Editor of Aspenia print edition and Senior Advisor - International Activities at Aspen Institute Italia. Among his recent publications, Mondo Caos (Laterza, 2010).

This author wrote:

Una nazione ancora divisa, e il presidente in azione

 Si è aperta una nuova fase per la presidenza Trump, anche se l’amministrazione resta comunque acerba e incompiuta guardando ai vari Dipartimenti – sempre decisivi per l’attuazione delle scelte fatte al vertice – visto che molte posizioni-chiave e intermedie vanno ancora attribuite...

L’amministrazione Trump e la sfida dell’equilibrio

 Come ogni esecutivo americano, l’amministrazione Trump è una macchina grande e complessa...

Trump’s transactional problem

 A foreign policy approach – to competitors, potential partners and friends alike – based on open-ended negotiations and no preconditions seems like the triumph of flexibility...

Pursuing a sensible deal on European defense

"European defense" is a loaded concept...

Trump: l’apprendista vincente e i suoi demoni

 Donald Trump si è presentato come un outsider della politica. Uno strano outsider, a dire il vero, viste le sue attività imprenditoriali di alto profilo che gli hanno garantito stretti rapporti con le élites del Paese...

Obama e Renzi, come l’America guarda all’Europa

 L’incontro a Washington tra Matteo Renzi e Barack Obama del 18 ottobre aiuta a capire, in senso più ampio, lo stato dei rapporti transatlantici e di quelli intra-europei. Il Presidente americano uscente ha dato un notevole “endorsement” al premier italiano, forse oltre le aspettative...

Clinton versus Trump, e il futuro dell’analisi politica

 Il confronto tra Hillary Clinton e Donald Trump è entrato, con il secondo dibattito televisivo, in una spirale purtroppo prevedibile: quella degli attacchi diretti e personali che si accostano molto all’insulto...

New York e la sintonia necessaria per vincere la presidenza

Qualunque sia l’esito delle indagini sulle bombe artigianali trovate a New York – di cui una esplosa il 17 settembre – e sulla sparatoria in Minnesota lo stesso giorno, il clima di paura sul piano della sicurezza interna sarà un fattore politico fino al voto dell’8 novembre...

Messaggio da Rio alle capitali europee - grazie a una fiorettista italiana

Un'atleta italiana ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro ha compiuto un gesto inatteso e molto inusuale: Elisa di Francisca, vincitrice della medaglia d'argento nella scherma (nella specialità del fioretto) ha mostrato una piccola bandiera della UE al momento della premiazione...

Una nuova Gran Bretagna e una diversa Europa: prime lezioni dal referendum

È difficile restare freddi davanti a un avvenimento di tale portata: il Regno Unito, secondo paese del continente per economia e terzo per popolazione, dichiara con un voto popolare la sua volontà di uscire dall’Unione Europea. Era entrato nella CEE nel 1973, dopo un processo di adesione tortuoso, conscio di non poter più permettersi di restare al di fuori del Mercato Comune...