Roberto Menotti

Printer-friendly versionSend to friend
Roberto Menotti

Roberto Menotti is Editor-in-Chief of Aspenia online. He is also Deputy Editor of Aspenia print edition and Senior Advisor - International Activities at Aspen Institute Italia. Among his recent publications, Mondo Caos (Laterza, 2010).

This author wrote:

Renzi a Washington e l’Italia in cerca di una politica mediterranea proattiva

Cercando di presentare una nuova immagine dell’Italia negli Stati Uniti, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha affermato a Washington il 17 aprile che “l’Italia è tornata”, a cominciare da alcuni segnali di ripresa economica e dal programma di riforme...

Esseri umani, robot e reti

Le tecnologie più rivoluzionarie – le cosiddette disruptive technologies – sono spesso il frutto di ricombinazioni graduali e vari tentativi falliti, più che l’atto geniale di un visionario...

Business e geopolitica nella gestione del rischio

Il concetto di rischio è ampio, piuttosto indefinito e per certi versi paradossale. Per alcuni settori è parte integrante del gioco - si pensi alle assicurazioni e alla finanza - mentre per altri sembra quasi la negazione dell'ordine e della prosperità - si pensi ai dossier gestiti dai Ministri dell'Interno e della Difesa...

Libia e ISIS: l'Italia alla ricerca del sostegno europeo

Diversi episodi violenti a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi sono connessi da un filo: quello del cosiddetto “Stato Islamico”, cioè un movimento non del tutto coerente né unificato (dunque non uno Stato nel senso proprio del termine) ma certo una minaccia grave e ormai immediata...

C'è una mano esterna dietro gli attentatori di Parigi?

Con il passare delle ore e dei giorni, è utile porsi dei quesiti riguardo alla genesi dell'attentato di Parigi anche in chiave di prevenzione e contrasto a possibili ulteriori minacce. Una domanda fondamentale riguarda il grado di autonomia del piccolo gruppo che ha agito in modo così letale e feroce...

Clima ed energia: la corsa contro il tempo che si può vincere

Il rapporto tra clima e fonti energetiche è diventato chiaramente centrale. Ciò è vero qualunque sia la posizione che si assume rispetto ai complessi dibattiti sulla rapidità e l’intensità dei cambiamenti climatici...

Gli USA e lo smart power energetico

Con la “rivoluzione energetica” in corso – termine forse ottimistico, dalla prospettiva americana – si intravede comunque il nucleo di una vera grand strategy per gli ultimi due anni della presidenza Obama...

Decisioni politiche, incertezza e principio di precauzione

Il "principio di precauzione" è nato dai dibattiti sulla tutela dell’ambiente, ma è poi debordato ben al di fuori del suo ambito originario. Si colloca all’intersezione tra le conoscenze scientifiche e le scelte delle autorità politiche, e può svolgere un ruolo importante nell’orientare queste ultime...

Dopo il Muro: dal bipolarismo al multipolarismo asimmetrico

Il crollo del Muro di Berlino, e ancor più il collasso dell’URSS due anni più tardi, furono quasi unanimemente percepiti come i primi passi verso la creazione di un nuovo assetto globale...

I raid aerei contro ISIS: il volto soft dell’hard power

Le operazioni aeree in corso, a guida americana, contro obiettivi del sedicente Stato Islamico (o ISIS) in Iraq e Siria hanno già sortito alcuni effetti tattici. La scelta più ardua per Washington è stata quella iniziale di annunciare e lanciare i raid; ora si tratta di valutare le conseguenze e trarne dei vantaggi non solo tattici...