Eleonora Ardemagni

Printer-friendly versionSend to friend
Eleonora Ardemagni

Eleonora Ardemagni is Associate Researcher at the Italian Institute for International Political Studies (ISPI), Gulf and Eastern Mediterranean Analyst for the NATO Defense College Foundation. Her area of expertise are foreign policy and security issues, with a focus on Yemen, the Arab Gulf states and Cyprus. She is a regular contributor for AffarInternazionali and Storia Urbana, commentator for the Italian daily Avvenire and media as Radio Rai and Vatican Radio. Her analysis appeared on Afriche e Orienti, NATO Review, Middle East Institute, International Studies Journal, LSE Middle East Centre Blog, Arab Gulf States Institute, Gulf Affairs-Oxford University, ITSTIME-Catholic University and University of Nicosia-EMPN.

This author wrote:

Il nuovo Re saudita: una transizione pragmatica tra forti pressioni regionali

Sarà probabilmente un regno di transizione pragmatica quello di Salman bin Abdulaziz al-Saud, divenuto Re dell’Arabia Saudita a seguito della scomparsa, il 23 gennaio scorso, di Re Abdullah (il 91enne fratellastro che era in carica dal 2005). Re Salman, già Ministro della Difesa, ha 79 anni e, secondo numerose fonti, uno stato di salute già fragile...

Lo Yemen in transizione e la partita geopolitica Riyad-Teheran

Per l’Arabia Saudita, occuparsi di Yemen non è questione di politica estera, ma di sicurezza nazionale: è da questa prospettiva che occorre partire per decifrare l’atteggiamento di Riyad nei confronti della crisi che rischia di affossare la transizione politica yemenita...

Arabia Saudita e Iran: una possibile convergenza contro lo Stato Islamico

La comune minaccia del cosiddetto “Stato Islamico” (IS) sta accelerando il disgelo fra Arabia Saudita e Iran. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif e il capo della diplomazia saudita Saud al-Faysal hanno avuto un colloquio a New York, a margine della sessione delle Nazioni Unite, dichiarando di voler “aprire una pagina nuova” in tema di cooperazione per la sicurezza regionale...

Fra ISIS, contagio regionale e identità locali: le molte facce degli arabi sunniti d’Iraq

Per comprendere cosa stia accadendo all’interno della comunità araba sunnita dell’Iraq, è necessario guardare a un complesso quadro locale e alle sue radici storiche...

Il fattore saudita in Siria e in Iraq, e i rischi per Riyad

Tradizionalmente, la Siria orientale (regione di Deir ez Zor) e l’Iraq occidentale (governatorato di Al-Anbar) danno vita a uno spazio ad altissima interdipendenza economico-tribale...

Le forze armate della Penisola arabica: tra conservazione e nation building

Nelle dinamiche interne agli Stati del Medio Oriente contemporaneo, le forze armate occupano un ruolo centrale. La conservazione o il rovesciamento dei sistemi politici dipende, in ultima istanza, dall’atteggiamento dei militari, come testimoniato dalle sollevazioni arabe del 2010-11...

Riyad e il Golfo nel disordine regionale

Forse, tre anni dopo le rivolte arabe, l’Arabia Saudita è arrivata perfino a rimpiangere la stabilità del temuto arco sciita, disegnato dai governi di Iran, Iraq, Siria e Libano...

Ai margini delle rivolte: Marocco e Giordania ancora alleati di Washington

Marocco e Giordania rappresentano due tasselli-chiave nel sistema di alleanze statunitensi nel mondo arabo, a maggior ragione dopo le rivolte del 2010-11. La geografia evidenzia perché...

L’Iraq al centro della geopolitica regionale

Mediaticamente offuscato dal vicino conflitto in Siria, l’Iraq è in effetti al centro della geopolitica regionale. Arabia Saudita e Iran hanno entrambi interesse a esercitare un’influenza nel paese, preoccupati che esso possa diventare (nonostante i tanti focolai di crisi interni) troppo forte, sfidando così la loro egemonia nel quadrante...

Il Consiglio di Cooperazione del Golfo e il quadro regionale

La guerra civile siriana getta una nuova luce sul rapporto fra il Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG) e le emergenze politiche del Mediterraneo e Medio Oriente. Se ne possono trarre regolarità e differenze nell’approccio dei paesi membri (Arabia Saudita, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman, Qatar) ai vari teatri di crisi...