Old Continent

Angela Merkel’s powerful image: a long chancellorship and today’s Germany

Looking back at 2005, the year Angela Merkel entered into office, it seems like a different world – especially when remembering her counterparts: George W. Bush, Tony Blair and Jacques Chirac. They all belong to a distant past. Twelve years on, she is still in office and preparing her re-election in September...

Greece’s political paralysis and the danger of superficial consensus

For the first time since the beginning of the crisis in Greece, almost nobody is paying attention. As there are far more dramatic international political issues to worry about, this does not come as a surprise. Nothing is really at stake in Greece at the moment as the two leading parties, SYRIZA and New Democracy, both sing the same tune...

I volti della sfida anti-establishment nel cuore carolingio della UE

Paesi Bassi, Francia, Germania: il 2017 vedrà i tre Paesi del «cuore carolingio» dell’Unione europea andare al voto. Una coincidenza che rende quest’anno politicamente molto denso nel Vecchio continente. A misurarsi sarà la tenuta dei partiti delle famiglie politiche di governo, e cioè socialisti, liberali e conservatori, di fronte alla sfida lanciata dal populismo di destra...

Bruxelles e il vento forte della contestazione anti-europea

I flussi migratori, gli attacchi terroristici, le difficoltà del sistema bancario, la Brexit. Il 2016 non è stato un anno facile per l’Unione Europea e le democrazie liberali in genere, ma il 2017 si annuncia come il momento della verità per il continente...

L’orgoglio e le opzioni del centrodestra francese

La fierté d’être Français, l’orgoglio di essere francesi: questa è la frase pronunciata da François Fillon nel “discorso della vittoria”, ben sottolineata nel documento fatto filtrare alla stampa, che sintetizza come voglia essere percepito dall’opinione pubblica nazional...

La Francia al bivio: la campagna presidenziale e il quadro europeo

Domenica 27 novembre si apriranno le urne per il ballottaggio delle primarie per il candidato presidenziale della destra (tradizionale) francese, che hanno visto al primo turno (domenica 20) un afflusso eccezionale: più di quattro milioni di persone...

La vertigine europea e le sfide in arrivo

Una vertigine spaventosa. È forse questa la sensazione che avranno provato le élite politiche europee alla notizia della vittoria di Donald Trump, per di più imprevista e dunque ancora più sconvolgente, secondo l'ormai classico schema-Brexit. "Una Brexit tre volte più potente", ha ribadito lo stesso Trump – che già aveva definito quel risultato "fantastico"...

Maggie May? – Downing Street and the new White House

President-elect Donald J. Trump says that he wants his relationship with British Prime Minister Theresa May to be like that between Ronald Reagan and Margaret Thatcher, when two kindred political souls briefly rekindled memories of Churchill and Roosevelt...

The Brexit dilemma: what British people are thinking about the divorce

Ever since the final months of the referendum campaign that culminated with the June 23rd vote to leave the European Union, the debate about Brexit has penetrated every corner of British public opinion. Every media outlet in the country has hosted a debate about it and people have been particularly vocal on the subject...

The unsustainable complexity of Brexit

The victory of Donald Trump in the US presidential election is certainly, even if provisionally, overshadowing the Brexit issue. Yet, considering the support expressed by Trump for Brexit, the new US political leadership might well add a new level of complexity to an already intricate exit process...