true
Printer-friendly version

Finanza digitale: sfide e opportunità

Modalità Ibrida - Roma, 15/06/2022, Tavola rotonda Nazionale

I nuovi strumenti tecnologici hanno innescato, negli ultimi anni, una fortissima accelerazione nella digitalizzazione della finanza, cambiando radicalmente l’esperienza degli utenti e stravolgendo i fondamentali storici delle istituzioni del settore. Dalla crescita esponenziale del fintech all’affermarsi delle valute digitali, fino alla nuova frontiera del metaverso: le trasformazioni introdotte sono di enorme portata e spingono banche e istituzioni finanziarie a ripensare il proprio modello di business, interrogandosi su un futuro in cui i confini stessi della finanza mutano con l’entrata in campo di attori provenienti da settori diversi.

La sfida principale sul tavolo è comprendere chi scriverà e in che modo verrà scritta la nuova mappa del sistema finanziario: le Fintech che fanno leva sulla potenza dei Big Data, i grandi istituti internazionali che hanno esperienza e solide organizzazioni o i regolatori.

Non si può sottovalutare tuttavia, in una finanza sempre più decentralizzata anche il ruolo degli utenti che possono diventare i protagonisti di un’era digitale che ha cambiato la vita quotidiana e ha ridotto il ruolo degli intermediari.  Al contempo sono però esposti a grandi rischi, ad iniziare da quelli correlati alla tutela dei loro dati. Per questo rimangono necessari interventi normativi al fine di adeguare le regole di un sistema in rapida evoluzione, in cui rimangono aperte le questioni di giurisdizione relative all’attività di gruppi presenti sul web più che nel mondo fisico.

Quella verso la finanza del futuro è del resto una transizione che, come tutte le transizioni, avrà effetti desiderati e indesiderati. Non mancano però nuove opportunità di crescita e sviluppo, non solo per il mondo della finanza, ma per tutti gli attori del mondo produttivo e dei servizi, a patto che si instaurino nuovi modelli di collaborazione.

L’ecosistema della finanza digitale si basa su tecnologie pervasive che riguardano tutte le fasi del processo di erogazione del credito. Tali innovazioni favoriscono l’allocazione delle risorse verso le attività produttive con prospettive di crescita e un’aumentata liquidità necessaria per il funzionamento dei mercati, grazie alla capacità che la tecnologia ha di aggregare e redistribuire i rischi nell’economia. Lo sviluppo dell’innovazione sui mercati finanziari tende ad accompagnarsi a tassi di crescita più elevati con effetti positivi sulla società nel suo complesso, anche garantendo, ad alcune fasce della popolazione oggi non coperte dal sistema bancario tradizionale, un miglior accesso agli strumenti finanziari.

Tuttavia, solo governando al meglio i rischi, preservando la stabilità finanziaria e tutelando gli utenti finali, senza al contempo ostacolare l’innovazione e il progresso, si potranno vincere le sfide e cogliere le opportunità del cambiamento in atto.