Old Continent

Macron e la Francia, tra grandeur e ragion di stato

Poche settimane fa a Parigi si son perse le tracce del generale libico Khalifa Haftar. Impegnato in uno dei suoi (non rari) viaggi europei, il Signore della Cirenaica è stato dato per malato grave, poi per morto, di nuovo per convalescente e infine sulla via di casa, ma in realtà da quel momento nessuna notizia certa è più giunta sulla sua sorte...

Macron one year on: how does Germany view his European eagerness?

French President Emmanuel Macron has been awarded the Charlemagne Prize 2018 in the German city of Aachen. This prize is given every year to public figures “having performed exceptional work for European unity” and counts historic world leaders such as Konrad Adenauer, Winston Churchill, Simone Veil, François Mitterrand and Pope John Paul II among its laureates...

Europe and the power of humanities

2018 is the year of European heritage, chosen by the EU to encourage citizens to discover the continent’s rich culture. A fine initiative indeed, but what Europe really needs is a year of cultural reflection building on the critical and emancipatory potential of the humanistic disciplines...

Clearing House e "Take back control": un altro paradosso di Brexit

Riprendere il controllo, Take back control, è stato forse lo slogan per eccellenza dei sostenitori di Brexit durante la campagna elettorale di due anni fa...

Le carenze europee dietro i sorrisi di Trump e Macron

E’ abbastanza stupefacente l’intesa mostrata nel recente incontro (25 aprile) tra Donald Trump ed Emmanuel Macron. I due presidenti infatti rappresentano, non solo per le loro biografie o addirittura per l’apparenza, due opposti...

“Ai margini del Consiglio europeo”, dove traballa l’equilibrio istituzionale dell’UE

La crisi economico-bancaria, gli ingenti flussi migratori, il terrorismo e, infine, la Brexit. Le sfide poste all’Europa nell’ultimo decennio hanno reso evidente la necessità di capacità di reazione e decisione rapide ed incisive...

Germany and Eurozone reform: interests and ideas

“Germany has so much to thank Europe for,” states the opening paragraphs of the new German government’s coalition agreement...

A new strategy for European and global cyber (dis)order

Fearsome malware with global repercussions. Transnational giant depositories of private communications. Chaotic virtual squares that are more crowded than the real ones. This is not a dystopian future from an episode of Black Mirror, nor is it the plot of a cyberpunk novel by William Gibson...

L’Ungheria come epicentro di un terremoto continentale

Il trionfo di Viktor Orbán alle elezioni ungheresi è significativo per diversi aspetti. Intanto, il suo partito, Fidesz, sfiora il 50% dei voti e aumenta i consensi rispetto a cinque anni fa sia in termini percentuali che in termini assoluti: non si nota dunque alcun logoramento per gli otto anni trascorsi al potere...

L'impronta profonda di Orbán sull'Ungheria e sull'Europa

Orbán. Ancora Orbán. Sempre più Orbán. Le elezioni ungheresi di domenica 8 aprile mostrano un paese quasi interamente arancione, il colore del partito Fidesz del carismatico primo ministro , in carica dal 2010 e giunto con questo ulteriore trionfo al terzo mandato consecutivo...