Old Continent

Il voto ungherese: il presidente Orbán tra predominio interno e ruolo internazionale

Alle elezioni politiche ungheresi del 6 aprile scorso, il partito FiDeSz del presidente del Consiglio uscente Viktor Orbán ha ottenuto nuovamente, assieme all'alleato democristiano, la maggioranza di 2/3 dei seggi in parlamento (133 su 199). Alla variegata opposizione di centro-sinistra ne sono toccati 38, all'estrema destra di Jobbik 23 e agli ecologisti cinque...

La Bosnia-Erzegovina tra protesta sociale ed eredità del passato

Nelle ultime settimane la Bosnia-Erzegovina è stata teatro di crescenti proteste di piazza contro le autorità...

La Francia stretta fra dissenso e difficoltà economiche

Sono passati meno di due anni dall'elezione che ha riportato un presidente socialista alla guida della Francia, dopo un lungo e profondo dominio politico della destra...

Ucraina: il quadro intricato del dopo-Yanukovich

Dal novembre 2013 gli avvenimenti di piazza dell’Indipendenza a Kiev, e poi nel resto del paese, sono stati al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica mondiale. Diverse chiavi di lettura sono state usate per spiegare quanto sta accadendo nella parte più orientale dell’Europa...

L’Albania tra crescita economica e sviluppo sostenibile

Nell’immaginario di molti italiani, l’Albania rimane cristallizzata nei fotogrammi dei barconi debordanti di migranti disperati o nel racconto delle fosche gesta degli scafisti, “trafficanti” di esseri umani. Uno stereotipo da cancellare subito...

The post-post Cold War and the US pivot back to Europe

Though something has clearly changed in US-EU-Russian relations due to the crisis in Ukraine, we are not in another Cold War. Nor are we in what many have defined for years as the “post-Cold War”, rather we are in an era that can be defined as the post-post Cold War...

Our balanced response to Moscow: international norms and long-term partnership

My first month and a half in office has been mainly devoted to managing the needed response by Italy and its partners to the Russia-Ukraine problem. Our main concern has been to avoid an uncontrolled escalation. And the issue is being tackled in a variety of multilateral meetings, at the level of the EU, NATO, the G7, the UN, the Council of Europe, the OSCE...

Gli italiani di Crimea: una tragedia dimenticata

Diciamo la verità, non è che l’Italia abbia mai brillato in risolutezza e generosità nella difesa delle comunità italiane all’estero bisognose d’aiuto. Due esempi su tutti, l’esodo dei 300.000 istriani, giuliani e dalmati nell’immediato dopoguerra e successivamente, nel 1970, la cacciata dei nostri 20.000 connazionali dalla Libia...

La crisi ucraina e i rapporti tra Russia e Occidente

È difficile, in questo momento, essere ottimisti sugli sviluppi della crisi ucraina...

Ukraine has no future if Russia and the West act as enemies

Vladimir Putin’s decision to send Russian troops to Ukraine is an attempt to demonstrate that the Ukrainian crisis cannot be solved without Russia...