Germany

Berlino, senza Muro e senza ombre

I festeggiamenti per la caduta del Muro non hanno fermato una metropoli fedele al proprio motto: “Avanti sempre, indietro mai”. Berlino, dove la riunificazione ha funzionato davvero e il ricordo della città divisa sbiadisce nei quartieri alla moda dell’Est, sembra condannata a un’infinita metamorfosi che la lascia priva di ombre e di memoria...

Rebordering Europe: a dangerously contagious lose-lose game

Summer is kicking in, and navigation in the Mediterranean becomes more pleasant for some, slightly less dangerous for others. With migration pressure on the rise, the political temperature is also increasing. Nothing new, unfortunately. But this year, this tragic routine is taking an even more vicious and threatening turn. ...

Macron one year on: how does Germany view his European eagerness?

French President Emmanuel Macron has been awarded the Charlemagne Prize 2018 in the German city of Aachen. This prize is given every year to public figures “having performed exceptional work for European unity” and counts historic world leaders such as Konrad Adenauer, Winston Churchill, Simone Veil, François Mitterrand and Pope John Paul II among its laureates...

Germany and Eurozone reform: interests and ideas

“Germany has so much to thank Europe for,” states the opening paragraphs of the new German government’s coalition agreement...

Germany must assume more leadership on global economic issues

German complacency on issues of international and domestic economic management is becoming a threat to the country’s economic future and to containing tensions in trade caused by the rise of China in the East and of populism in the West. The most urgent priority is to address China’s mercantilist challenge to the global trade system embodied in the World Trade Organization (WTO)...

Grosse Koalition in Germania, istruzioni per l’uso

Una novità delle elezioni tedesche è la messa in discussione della proverbiale stabilità del sistema politico: un parlamento così frammentato non lo si vedeva da molte decadi. Con l’ingresso nel Bundestag di deputati di Alternative für Deutschland (e il ritorno dei liberali dell’Fdp) i partiti rappresentati da quattro sono diventati sei.*...

Merkel, Schulz e Macron per un diverso motore franco-tedesco

 “Alle sfide mondiali servono risposte europee, e perciò rifiutiamo categoricamente il nazionalismo, il protezionismo e l’isolazionismo. (…) L’integrazione deve garantire, oltre al benessere e alle regole del mercato, anche libertà, democrazia e giustizia sociale...

Toward a new coalition government: Germany’s European plans

The prospect of a new coalition government in Germany is long overdue for obvious domestic reasons (a country needs a government that can do policy work), but also in the European context. Germany’s European partners, France in particular, have been waiting anxiously for a reliable German government to form. They want to know which direction the country will take...

La Germania e l'arte della mediazione politica

Ci ha provato in ogni maniera la Germania a rimuovere la figura di Helmut Kohl, ma alla fine la rivincita della Weltanschauung democristiana – la sua visione delle cose – si è imposta...

I quesiti irrisolti per la SPD tedesca

“Il risultato delle elezioni nel suo complesso è un rifiuto della Große Koalition”. È la sera del 24 settembre 2017 e a pronunciare queste parole è Martin Schulz, il cui partito, la SPD, ha raccolto solo il 20,5% dei voti, il peggior risultato elettorale dal 1949...