Roberto Menotti

Printer-friendly versionSend to friend
Roberto Menotti

Roberto Menotti is Editor-in-Chief of Aspenia online. He is also Deputy Editor of Aspenia print edition and Senior Advisor - International Activities at Aspen Institute Italia. Among his recent publications, Mondo Caos (Laterza, 2010).

This author wrote:

Clinton versus Trump, e il futuro dell’analisi politica

 Il confronto tra Hillary Clinton e Donald Trump è entrato, con il secondo dibattito televisivo, in una spirale purtroppo prevedibile: quella degli attacchi diretti e personali che si accostano molto all’insulto...

New York e la sintonia necessaria per vincere la presidenza

Qualunque sia l’esito delle indagini sulle bombe artigianali trovate a New York – di cui una esplosa il 17 settembre – e sulla sparatoria in Minnesota lo stesso giorno, il clima di paura sul piano della sicurezza interna sarà un fattore politico fino al voto dell’8 novembre...

Messaggio da Rio alle capitali europee - grazie a una fiorettista italiana

Un'atleta italiana ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro ha compiuto un gesto inatteso e molto inusuale: Elisa di Francisca, vincitrice della medaglia d'argento nella scherma (nella specialità del fioretto) ha mostrato una piccola bandiera della UE al momento della premiazione...

Una nuova Gran Bretagna e una diversa Europa: prime lezioni dal referendum

È difficile restare freddi davanti a un avvenimento di tale portata: il Regno Unito, secondo paese del continente per economia e terzo per popolazione, dichiara con un voto popolare la sua volontà di uscire dall’Unione Europea. Era entrato nella CEE nel 1973, dopo un processo di adesione tortuoso, conscio di non poter più permettersi di restare al di fuori del Mercato Comune...

Cina globale, globalizzazione cinese

Guardare al "fattore Cina" è davvero un modo per capire la globalizzazione. Il quindicennio iniziato con l'ingresso di Pechino nel WTO (2001) ha segnato un'accelerazione senza precedenti del commercio internazionale, ma le dimensioni della Cina - oggettivamente fuori dall'ordinario - hanno prodotto un'onda d'urto non solo economica...

Le stragi del terrore che non cambiano la storia

Gli episodi di terrorismo non lasciano, nella grande maggioranza dei casi, una traccia macroscopica sulla politica. L'11 settembre 2001 è proprio la rarissima eccezione che conferma la regola...

Le parole europee di Obama e il futuro dell'alleanza transatlantica

Per molto tempo, soprattutto guardando al vortice siriano al centro della conflittualità mediorientale, abbiamo temuto di non poterci permettere “due Europe” – la nostra, incerta su tutto e incapace perfino di accordarsi su una linea comune ai suoi confini, e quella specie di “America all’europea” voluta da Obama per limitare gli impegni diretti di Washington nelle crisi...

Le transizioni arabe: un’innovazione politica tuttora in corso

Le primavere arabe del 2011 furono un evento sorprendente per varie ragioni – a cominciare dalla presunta “immutabilità” dei regimi al potere in quella parte del mondo, che si dava praticamente per scontata...

Molti tipi di guerra

Alcune zone della città capitale dell’Unione europea sono state il teatro di scene di guerra urbana, come si è già visto accadere in varie altre città. E come, purtroppo, era noto che potesse accadere nuovamente...

Frontiers, weak states and the great imbalance of power

State borders in the Middle East are under great pressure from multiple forces. The Ebook just published by Treccani (“Bordering a New Middle East: Frontiers, weak states and the great imbalance of power”), as an Aspenia online Special, analyzes the implications of recent events in the region, also from European and US perspectives...