Aniseh Bassiri Tabrizi

Printer-friendly versionSend to friend
Aniseh Bassiri Tabrizi

Dr Aniseh Bassiri Tabrizi is a Research Fellow at RUSI, where she works on security in the Middle East, with a particular focus on Iran’s foreign and domestic politics.

This author wrote:

Perché l’accordo-quadro sul nucleare iraniano piace all’Europa

Sono serviti 18 mesi per i P5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite - USA, Russia, Francia, Inghilterra e Cina - più la Germania) dalla firma dell’accordo temporaneo (il Joint Plan of Action, JPOA del novembre 2013), per definire i termini generali di un’intesa sulla complessa questione nucleare iraniana...

Washington and the Iranian nuclear issue: a domestic battle in the US

As talks between Iran and the E3+3 (Britain, France, Germany, plus China, Russia and the US) continue in light of the looming June deadline for a final agreement, the Obama administration and the US Congress are increasingly clashing over the best way to deal with Tehran’s nuclear ambitions...

Iran’s perspective on the new nuclear talks: “extension and hope”

The 10th round of nuclear talks between the E3+3 (EU members Britain, France, Germany, plus China, Russia, US) and Iran ended on November 24 in Vienna amid a mix of disappointment and cautious optimism...

Iran e Arabia Saudita: verso la fine della guerra per procura?

Nelle ultime settimane, vari segnali lanciati da Teheran e Riyad hanno alimentato le ipotesi su una potenziale distensione tra i due paesi: l’obiettivo sarebbe contrastare la minaccia presentata dallo Stato Islamico (IS), il gruppo radicale sunnita che dal giugno scorso ha fortemente destabilizzato l’Iraq e la regione circostante...

The Iraq crisis and the conundrum of US-Iran cooperation

The international alarm caused by the capture of Iraq’s second-largest city, Mosul, by the Islamic State of Iraq and al-Sham (ISIS) had widespread resonance in Iran...

Il quadro interno iraniano: quanto spazio per il presidente Rohani?

L’incontro tra i rappresentanti dei 5+1 (i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite più la Germania) e della Repubblica islamica sulla questione del nucleare iraniano, che si è tenuto a Vienna tra il 18 e il 20 febbraio, è stato tecnicamente un successo...

Il terrorismo a Beirut: la guerra per procura siriana sconfina

Un duplice e coordinato attentato suicida ha colpito a pochi metri dall’ambasciata iraniana, che si trova nel quartiere di Janah nella zona sud di Beirut, area a maggioranza sciita e considerata roccaforte del gruppo militante e partito politico Hezbollah...

Washington and Tehran: toward rapprochement?

Capped by an unprecedented telephone conversation between the presidents of Iran and the United States - the first such contact since the Iranian Revolution in 1979 – a promising and surprising series of diplomatic exchanges increased the hopes that  US-Iran relations might shift toward constructive engagement...

La vittoria elettorale di Rohani, tra moderazione e cauto ottimismo

La vittoria dell’esponente clericale moderato Hassan Rohani è stata una parziale sorpresa. Le undicesime elezioni presidenziali della Repubblica islamica si sono concluse all’insegna di un misto di stupore e cauto ottimismo, segnando ufficialmente la fine del secondo e ultimo mandato di Mahmoud Ahmadinejad...

Otto candidati per rafforzare la Guida suprema

Sono otto i candidati impegnati nella campagna elettorale per le 11esime elezioni presidenziali nella Repubblica islamica, previste per il prossimo 14 giugno, che segneranno la fine del secondo e ultimo mandato di Mahmoud Ahmadinejad...