Syria

Tra ambizioni e rischi, come cambia la politica estera di Erdogan

Recep Tayyp Erdoğan, dopo le elezioni del 24 giugno, come previsto dalla riforma costituzionale approvata nel 2017, entra in carica con poteri quasi assoluti. Il voto legislativo ha dato all’opposizione più spazio del previsto in parlamento, ma non una maggioranza che possa tenere testa al Presidente...

Il fattore della politica estera nel voto turco

Il detto di Henry Kissinger, secondo cui in alcuni paesi non esiste politica estera ma solo politica interna, è quanto mai attuale in riferimento alle elezioni turche del 24 giugno...

La Siria e la strategia di “America First” in azione

 La politica dell’amministrazione Trump in Siria è sempre più un concentrato dei dilemmi politico-militari che Washington deve affrontare su scala globale...

I curdi iracheni nel calderone regionale

Con la riapertura degli aeroporti curdi ai voli internazionali e un (fragile) accordo sui salari e sul petrolio può dirsi conclusa, almeno in termini formali, la crisi apertasi tra il Governo centrale di Baghdad e la Regione autonoma curda in Iraq, scaturita dal referendum del settembre scorso...

La caduta di Afrin e la nuova Siria che prende forma

 La giornata di domenica 18 marzo ha segnato la conquista definitiva della città di Afrin - situata nell'enclave curda in Siria che porta lo stesso nome - da parte dell'esercito turco e dei suoi rincalzi siriani. L'offensiva delle truppe turche è durata 58 giorni...

Le donne come arma

Se penso alle donne arabe, l'immagine che mi viene in mente, onestamente, di istinto, è una sola: queste donne dietro la finestra, la mattina, completamente coperte, coperte fino alle caviglie mentre tu, straniera, ti vesti, libera, e vai via: e loro invece restano lì, in casa. Dietro quella finestra, a sbirciare il mondo, fuori, attraverso una tenda appena scostata. Tutto il giorno...

Il petrolio e la guerra civile araba

Nel mondo arabo le vicende interne ai paesi hanno immediate ripercussioni regionali. Determinante è la rendita petrolifera, che nei paesi produttori ha una funzione stabilizzatrice, ma a livello regionale ha creato forti tensioni tra paesi esportatori e non, in passato contenute dai meccanismi di circolazione regionale della rendita...

The depressing sameness of American foreign policy in the Middle East

Despite their deep, irreconcilable differences across the board, Trump’s and Obama’s strategic approaches to the Middle East are strikingly similar. Both recent administrations have sought to avoid pointless distractions in the Middle East, pursuing an offshore balancing strategy...

La Russia che torna in Medio Oriente

L’intervento russo in Siria rappresenta una svolta rispetto all’assetto mondiale successivo alla fine della guerra fredda. Il Medio Oriente è diventato per Mosca un’occasione di rientro sulla scena geopolitica, con l’obiettivo di riposizionarsi nel grande continente euroasiatico...

The Syrian army: An Arab force backed by Russia and Iran

I recently mentioned to some colleagues that I was writing an in-depth analysis of the factors behind the success of Bashar al-Assad’s army in Syria. One of them replied candidly, “There is little to analyze...