Home

We have launched our new website on November 5
aspeniaonline

VISIT OUR NEW WEBSITE

aspeniaonline.it...
Brazil's stark choice
aspeniaonline

Una svolta radicale e le sue origini profonde

Domenica 28 ottobre 2018 sarà ricordata come il giorno in cui il più radicale dei leader dell’estrema destra emersi dalla crisi economica internazionale venne eletto a presidente della terza più popolosa democrazia al mondo...

Bolsonaro’s victory: where is Brazil heading?

Brazil’s most polarized elections are finally over, and the country is now more divided than ever. Although the victory of the far-right wing candidate Jair Bolsonaro is likely to radically change Brazil and South America’s interstate relations, nobody can be certain in which way he will do it. Economy: who is in charge?...
Asian leaders in an evolving geopolitics
aspeniaonline

Japan's Shinzo Abe

Il Giappone di Abe: stabilità politica per rispondere all’instabilità globale

Appena confermato presidente del Partito liberal democratico LDP, Abe Shinzo potrà conservare la poltrona di primo ministro fino al settembre 2021, regalando al Giappone un periodo di stabilità politica – quasi nove anni – senza precedenti. Non gli sarà facile però trasformare la stabilità in una strategia di lungo periodo sul piano interno e internazionale...

Narendra Modi’s mixed records: ambition and gambles

Four years after he won one of the biggest political victories in modern Indian history, Prime Minister Narendra Modi has started his campaign for another term in office. Over the years, he has delivered some radical change, a couple of dramatic failures, all while keeping his reputation as the country’s most trusted political leader largely intact...

L’autonomia di Hong Kong e l’inesorabile abbraccio cinese

«Questo non è un giorno di festa nazionale, ma di tragedia nazionale». Come ogni primo di ottobre, anniversario della nascita della Repubblica popolare cinese, migliaia di cittadini di Hong Kong hanno sfilato per chiedere piena democrazia e il rispetto del modello “un Paese, due sistemi”...

Il corto circuito tra etnicismo, esercito e democrazia nel Myanmar di Aung San Suu Kyi

Il primo pensiero, quando parliamo di Birmania, va alla popolazione Rohingya, la minoranza musulmana considerata dalle Nazioni Unite la più perseguitata al mondo. Uomini e donne costretti a scappare dalla loro terra e a subire violenze da parte di fondamentalisti buddisti e dell'esercito regolare...

La partita di Imran Khan alla guida del Pakistan

La scena politica del Pakistan, abbastanza abituata agli scossoni politici, ha appena visto l’ennesimo cambio della guardia, anche se impensabile soltanto pochi mesi fa. L’ex cricketer Imran Khan, un personaggio dal solido linguaggio populista e fino ad ora rimasto sempre un po’ al margine della scena, ha vinto clamorosamente le elezioni parlamentari dello scorso luglio...
Europe and non Europe
aspeniaonline

Immaginare l’Europa dopo l’Unione

L’adesione ai principi dell’Unione Europea non è più scontata di questi tempi. Gli europeisti sono sfiduciati e frustrati. Gli euroscettici sempre più baldanzosi. Qualcuno comincia a pensare che si starebbe meglio “senza Bruxelles”, o quantomeno senza l’apparato di regole, istituzioni e politiche comuni che abbiamo costruito attorno al mercato unico...

2019 European elections: What’s new under the sun?

The 2019 elections for the EU Parliament might become the stage of the ultimate political battle: The one where relatively liberal and moderate forces, mostly composed of traditional center-right and center-left political parties, may openly confront nationalist and anti-establishment groups...

Verso maggio 2019: l’Europa alla prova dell’Europa

Mai l’attenzione nei confronti delle elezioni europee è stata così alta. I risultati delle elezioni del maggio prossimo condizioneranno non solo il Parlamento, ma anche (in modo diretto o indiretto) la nuova Commissione e financo – nel successivo risiko delle nomine – i nuovi Presidenti di Consiglio europeo e BCE...

La Baviera dopo il voto: tra Europa e identitarismo

Le elezioni bavaresi hanno rispettato quasi interamente i pronostici. Crolla la CSU, che incassa il peggior risultato dal 1950 e si ferma al 37,2% (-10,5% rispetto al 2013)...
Climate politics
aspeniaonline

The Ataturk Dam, on the Tigris river

Le guerre per l’acqua attorno alla Mesopotamia

Da fonte di vita a motivo di tensioni e conflitti. L'antica Mesopotamia, passata alla storia per la fertilità delle sue terre, oggi è straziata dalle guerre e dalla contesa di un bene in costante diminuzione, ma assolutamente indispensabile: l'acqua...

Subnational climate action goes global – with California leading

Despite disinterest on the part of the Trump administration, US leadership in global climate governance continues to be advanced in a patchwork fashion. This is due largely to muscular moves by a pastiche of cities, states, corporations and civil society entities committed to ambitious climate action plans that leverage local insights and mandates...

Africa: l'epicentro dei migranti climatici

Viviamo in un mondo dove la vaniglia batte ormai l’argento, se è vero che a maggio 2018 la sua quotazione ha raggiunto quota 600 dollari al chilo contro i 530 del metallo, E le temperature sempre più calde stanno compromettendo la produzione etiope di caffè per un pronostico, quello della stampa specializzata, di una bevanda in futuro molto più cara e naturalmente molto meno buona...
Themes for the U.S. Midterms
aspeniaonline

Elizabeth Warren speaking at a Democratic rally

Understanding the blue wave

The 2018 primary season has been interesting for the Democratic Party. Many relatively small results made huge waves on the web and social media as several new faces emerged as game changers both in generational and ideological terms...

I resilienti think tank di Washington di fronte alla sfida trumpista

Idee e persone: “people are policy”, sostiene il fondatore della Heritage Foundation Edwin Feulner. I think tank occupano uno spazio interstiziale molto specifico nel sistema delle influenze di Washington, nel quale connettono esperti (ovvero idee, conoscenza e competenze), economia e finanza, media e classe politica...

Immigration, whiteness, and party polarization. What’s new in Trump’s America?

Alexandria Ocasio-Cortez’s upset victory over incumbent Joe Crowley in the Democratic primary for New York’s 14th Congressional district is arguably the most surprising, and certainly the most hyped, episode in the current election cycle leading to the 2018 midterms this November...

I nuovi socialisti d’America

“Questo è il momento più importante nella storia dei Socialisti Democratici d’America ”, ha sostenuto recentemente un loro membro, il noto storico Maurice Isserman. E le cifre sembrano dargli ragione...

Weakness at the center of the realm?

In 2018, the United States is confronted with a deeply unsettling question: How is it possible for a whole country to fall into the hands of a potential tyrant? With his daily attacks against the press, labeled “enemy of the people”, Trump seems to have crossed a red line and aligned himself with dark figures like Vladimir Putin, Recep Erdogan and Rodrigo Duterte...

Il fattore religioso nel blocco politico di Trump

Con la creazione del movimento della Christian Right, alla fine degli anni ‘70, la religione è ritornata stabilmente a far parte dell’agenda politica americana. Quasi sempre attraverso il Partito Repubblicano, rappresentante dell’America religiosa nella “culture war”, contro gli strati sociali secolarizzati filo-democratici...
Evolving Mid East conflicts
aspeniaonline

Idlib: The Yalta of the Syrian conflict?

Idlib, an Aramaic word composed of “Adad” (God) and “Lib” (Center), means “The center of God”. It is also the name of the capital city of a province (that carries the same name) in northwest Syria near the Turkish border. To the west, it overlooks the Syrian coastal city of Latakia, which hosts the Russian naval base...

L’accordo di Idlib e le strategie siriane di Mosca e Ankara

L’accordo concluso a metà settembre da Russia e Turchia per impedire – o quantomeno rinviare – l’offensiva del regime di Damasco nella provincia di Idlib, ultima roccaforte rimasta nelle mani dell’opposizione al presidente siriano Bashar al-Assad, conferma il desiderio di Mosca di mantenere aperto il dialogo con Ankara, di scongiurare un possibile riavvicinamento turco con gli Stati Uniti, e di...

Israel’s regional policies: looking at both Washington and Moscow

US President Donald Trump’s announcement of the revival of the two-state solution during the middle of Israel’s quiet and joyful celebration of its longest religious holiday Sukkoon – even if abruptly recanted – hit Israel’s leadership like a thunderbolt...

Le forze militari ibride dell’Iraq: la Nato e le milizie filo-Iran

Nei giorni in cui la Nato prepara una nuova missione di addestramento militare in Iraq, appaiono sempre più evidenti le contraddizioni interne alle forze militari irachene...