Politics and geopolitics between Egypt and the Persian Gulf, and Trump’s shifting team

Printer-friendly versionSend to friend
aspeniainternal

Voting at a polling station in Cairo

Le parole di al-Sisi e le opzioni degli egiziani

Tagliati fuori i possibili rivali dalla corsa elettorale, l’Egitto ha rieletto al-Sisi suo presidente; benché l’esito del voto di fine marzo fosse scontato, non sono mancati però accorati appelli al popolo a votare, repressione del dissenso e guerra alla stampa...

The age of ports: Gulf monarchies and sea rivalry

To understand current and future balances of power in the Gulf, it is essential to look at commercial ports. The Arab Gulf states are heavily investing in maritime infrastructures as a part of their economic diversification processes...

La metamorfosi in corso dell’Opec e una nuova geopolitica

Sono insistenti ormai le voci per cui il cosiddetto ”Opec plus”, ossia la versione allargata della vecchia Organizzazione dei paesi produttori di petrolio, allargata ad altri produttori come la Russia, finisca per essere istituzionalizzata...

Saudi Arabia vs Iran: A lukewarm war that risks becoming nuclear

It was in Karbala, Iraq, in 680 AD that the forces of the Umayyad dynasty killed Hussain, the son of Ali, the third Islamic Caliph. This event marked the beginning of the rift between those who would become known as “Sunni” and “Shia” Muslims. The latter group refers to the followers of Imam Ali, who was Prophet Muhammad’s cousin and son-in-law...

Dove va l'Arabia Saudita?

Il Regno saudita è in subbuglio e sta muovendosi ad una velocità sconosciuta. Il paese è un “game changer” nel mondo arabo, quindi la prima domanda è: si tratta di un rischio o di un’opportunità? Possiamo rispondere che è presto per dirlo e che nessuna analisi può essere conclusiva...

Trump neoconservatore?

L'avvicendamento al vertice del National Security Council – con la fine dell'incarico del generale H.R. McMaster – era atteso. E si inserisce nel solco di un frenetico ricambio nelle posizioni-chiave dell'amministrazione Trump: il Presidente aveva sbagliato nella scelta dei suoi più stretti collaboratori, o comunque lavorare con molti di loro si è rivelato impossibile, per stile e sostanza...