Giuseppe Mancini

Printer-friendly versionSend to friend
Giuseppe Mancini

Giuseppe Mancini is a political analyst and freelance journalist. He lives and works in Istanbul.

This author wrote:

Il grande progetto di modernizzazione della Turchia, in stile Erdoğan

Nel mese di giugno, Recep Tayyp Erdoğan ha ottenuto una nuova, doppia vittoria simultanea. Ha conquistato la riconferma alla presidenza della Turchia col 52,6% dei voti, senza passare per il ballottaggio: e sarà quindi il primo a godere dei poteri rinforzati che lo rendono anche capo del governo...

Perché Erdogan non è certo di vincere

Il 24 giugno la Turchia farà una doppia scelta elettorale: e per la prima volta – conseguenza della riforma costituzionale presidenzialista dello scorso anno – voterà simultaneamente sia per rinnovare il Parlamento unicamerale ampliato a 600 membri, sia per eleggere il presidente della Repubblica, ormai anche formalmente a capo dell'esecutivo...

La Turchia all’offensiva in Siria

“Nessuno deve aspettarsi che la Turchia permetta la creazione di un corridoio del terrore in Siria settentrionale”...

Il golpe fallito e le scelte delicate del governo turco

“Una macchia nera per la democrazia turca”. Ma anche “la giornata della democrazia”...

Il nuovo attacco jihadista a Istanbul e le strategie della Turchia

Stanno lentamente emergendo i dettagli più rilevanti – identità dei terroristi, modalità operative – che consentono di interpretare l'attacco suicida all'aeroporto internazionale Atatürk di Istanbul del 28 giugno. Il bilancio è ormai pressoché definitivo: 44 morti di cui 19 stranieri e 230 feriti. Anche la dinamica e la matrice sono sufficientemente chiare...

La Turchia tra il vortice siriano, le sfide interne e il rapporto difficile con la UE

La guerra civile siriana ha innescato un'ondata d'instabilità che rischia di travolgere la Turchia...

Il nuovo ciclo politico di Erdoğan: ambizioni e rischi

Il mattino successivo al trionfo elettorale del 1° novembre, Recep Tayyip Erdoğan è andato a pregare sulla tomba di Eyüp Sultan a Istanbul, uno dei più importanti santuari del mondo islamico. Salutato da una folla entusiasta e attorniato da giornalisti, il presidente turco ha dato la sua personale interpretazione del responso delle urne: “la volontà nazionale ha scelto la stabilità”...

La svolta per Cipro che finalmente sembra arrivata

E se il 2015 fosse davvero l'anno di Cipro? La riunificazione definitiva dopo 41 anni di traumatica divisione – sulla base di una federazione “bi-zonale e bi-comunitaria”, auspicata sin dall'accordo quadro del 1977 – sembra infatti a portata di negoziato...

Il decisivo fattore curdo nel voto in Turchia

Selahattin Demirtaş è il trionfatore delle elezioni politiche del 7 giugno in Turchia...