Francesco Leone Grotti

Printer-friendly versionSend to friend
Francesco Leone Grotti

Journalist Francesco Leone Grotti, born in Cattolica in 1985, graduated in Philosophy at the Catholic University in Milan. His previous experience has included working for the AsiaNews news agency. He is currently a contributor to the weekly magazine Tempi and has had two books published: Ici caldaie. 50: Volti e racconti and 1981-2010. La Paolo VI, giorni di scuola.

This author wrote:

Pechino e il Mar Cinese meridionale: forza, diritto, e presenza americana

La decisione della Corte permanente arbitrale dell’Aja sulle dispute nel Mar Cinese meridionale – formalizzata il 12 luglio – non fermerà Pechino. I cinque giudici interessati hanno sancito che il comportamento della Cina viola la legge internazionale e interferisce in modo illegittimo con le attività che le Filippine svolgono nella loro “zona economica esclusiva”...

Il ruolo militare del Giappone: alleato degli USA e vera potenza regionale

Quando a marzo il Giappone ha abbandonato il suo storico pacifismo totale del dopoguerra, su pressione degli Stati Uniti, la Cina non l’ha presa bene e ha subito percepito la novità come una minaccia...

La sfida del terrorismo islamista nel Sudest asiatico dopo i fatti di Jakarta

«C’è il rischio che il Sudest asiatico diventi un centro di reclutamento dell’Isis»...

Le opzioni di Pechino e i progressi della Trans Pacific Partnership

Dopo il raggiungimento a inizio ottobre di un’intesa finale sul TPP (Trans Pacific Partnership) da parte di 12 nazioni, guidate dagli Stati Uniti, i giornali cinesi vicini al Partito Comunista si sono affrettati a sminuire l’importanza dell’accordo...

Xi e Obama: il dialogo delle superpotenze

Non è più tempo di guerra fredda. O almeno così sembra, a giudicare dalla prima visita ufficiale negli Stati Uniti del presidente della Repubblica popolare cinese, dal 22 al 26 settembre...

I progressi tangibili della partnership russo-cinese

Forse la “ricostruzione dell’attuale ordine mondiale”, ipotizzato a maggio dopo un incontro tra i leader cinese e russo, è un obiettivo troppo ambizioso. Sicuramente però il riavvicinamento tra Mosca e Pechino costituirà un bel grattacapo per l’Occidente, in particolare per gli Stati Uniti...

I summit nel Pacifico: un pareggio di massima tra USA e Cina

Stati Uniti e Cina, Barack Obama e Xi Jinping, “Pivot to Asia” contro “Sogno dell’Asia-Pacifico”. Il viaggio di otto giorni (9-16 novembre) che ha portato il Presidente americano in Cina per il summit APEC, in Myanmar, e in Australia per il G20, si può analizzare nel quadro di un confronto tra le due economie più floride del mondo – peraltro fortemente interdipendenti tra loro...

La rivolta pacifica e non rivoluzionaria di Hong Kong

È stata ribattezzata “Umbrella Revolution”, anche se le decine di migliaia di manifestanti che dalla sera del 26 settembre hanno invaso le strade di Hong Kong non vogliono in effetti fare una rivoluzione. Gli ombrelli li usano non tanto per ripararsi dal sole e dalla pioggia quanto dallo spray urticante al pepe che la polizia ha usato per cercare di fermarli...

Mosca e Pechino: le ragioni di una possibile partnership

Le vicende ucraine stanno contribuendo ad una più stretta partnership strategica tra Mosca e Pechino, anche se le motivazioni di fondo di questa tendenza vanno ben oltre Kiev...

I rapporti Europa-Cina in chiaroscuro: come Pechino percepisce la UE

Per la Cina, l'Unione Europea si è rivelata nel corso degli ultimi anni uno dei partner più importanti, ma anche meno facili da gestire. Pechino guarda con sempre maggiore interesse allo sviluppo e alle trasformazioni della costruzione comunitaria, e le elezioni europee del 25 maggio non faranno eccezione...