Asian Waves

India's complex nuclear policy

The Indian government of Prime Minister Narendra Modi has had one overriding policy goal in the nuclear field since its election just over two years ago: to bring closure to New Delhi's policy of bringing itself out of nuclear sanctions and become a full-fledged member of the international nuclear nonproliferation regime...

Il fattore nucleare nel nuovo Giappone di Abe

Il dossier del nucleare civile costituisce da tempo il più evidente punto di divaricazione tra la politica del governo Abe e l’opinione pubblica giapponese così come viene definita dai sondaggi. Ma il quadro ora sembra destinato a complicarsi perché il rifiuto di dotarsi di armi atomiche - fin dagli anni ’60 fonte di polemiche - appare un tabù ormai logoro...

Il senso della Cina per il nucleare: energia pulita, ascesa militare e Corea del Nord

La Cina è - insieme a Stati Uniti, Russia, Regno Unito e Francia - uno degli Stati “nucleari” riconosciuti dal Trattato di non proliferazione in vigore dal 1970; aderisce dunque formalmente ai suoi tre principi: disarmo progressivo, non proliferazione e uso pacifico del nucleare...

Il ruolo militare del Giappone: alleato degli USA e vera potenza regionale

Quando a marzo il Giappone ha abbandonato il suo storico pacifismo totale del dopoguerra, su pressione degli Stati Uniti, la Cina non l’ha presa bene e ha subito percepito la novità come una minaccia...

Il peso della storica inimicizia India-Pakistan

La firma del presidente G.W. Bush suggella, nel dicembre del 2006, l'accordo di cooperazione sul nucleare civile tra Stati Uniti e India. È un accordo che consente al governo indiano di acquistare reattori e combustibile nucleare e di adoperare know how americano in fatto di tecnologie avanzate. L’iter ha richiesto diversi mesi ma alla fine Delhi e Washington si dicono soddisfatte...

Il complicato fattore Cina per il vecchio continente

L’attenzione dei media e, di riflesso, delle opinioni pubbliche europee si è gradatamente allontanata dalla Cina. Fino a qualche anno fa, i sentimenti erano vivi e contrastanti...

Southeast Asia can hedge its China risk

Economic and market turmoil in China presents significant risk for Southeast Asia in 2016, but on the whole the region will muddle through with strong growth rates compared to developed and many other emerging markets. The Asian Development Bank recently held 4.6% in 2015 and to 4.9% from 5.1% in 2016 for the entire Southeast Asia region...

China through the American prism

China’s economic and financial troubles over the last several months, combined with its growing weight on the international stage, make this country a sensitive focus point in the United States. The ongoing Presidential campaign has spurred all sorts of provocative anti-Beijing talk, both on the left and on the right. However, American officials take a more cautious view...

Il puzzle economico per la leadership cinese

La Cina è diventata la più grande incognita per l’economia mondiale, eppure la sua leadership – il Partito Comunista – sembra aver ancora fiducia nello strumento consolidato dei piani quinquennali. Il 16 marzo si è conclusa a Pechino la doppia sessione annuale dell’Assemblea nazionale del popolo e della Conferenza politica consultiva del popolo...

India’s Middle Path in the Middle East

Few Asian countries have had as long and sustained a historical engagement with the Middle East as India. One of mankind’s oldest maritime trading routes ran from ancient Sumeria via Bahrain to the civilization of the Indus Valley. Imperial Britain’s Persian Gulf interests were managed through India and at that time countries like Kuwait and Oman used the rupee as tender...