Asian Waves

L’accordo Cina-Vaticano: un risultato positivo, ma transitorio e vulnerabile

Nello storico accordo fra Cina e Vaticano sulle nomine dei vescovi vi sono elementi positivi, negativi e ambigui. L’ambiguità dipende dal fatto che il testo dell’accordo è sconosciuto e né la Cina, né il Vaticano hanno intenzione di pubblicarlo...

Dipendente ma non troppo: il Sudest asiatico tra Cina e USA

Sembra inevitabile che i paesi ASEAN finiranno per gravitare nell’orbita cinese: la sfida per loro sarà quella di coltivare rapporti sempre più stretti con la Cina senza diventare troppo dipendenti da Pechino...

La Cina scommette sull'espansione

La Nuova Via della Seta, nel creare mercati e posti di lavoro in loco, rappresenta anche una risposta della Cina alla domanda di sviluppo dei paesi coinvolti, in più continenti...

La Cina che cambia e le scelte dell’Occidente diviso

Il 5 novembre può essere indicato come una data significativa, o quantomeno simbolica, per l’evoluzione del ruolo cinese nel mondo. Non si tratta di una decisione operativa del governo guidato da Xi Jinping, ma l’inizio di una fiera a Shanghai – “China International Import Expo” – per la promozione delle opportunità di business nel Paese...

Pechino e Bruxelles: rischi e opportunità

È probabilmente presto per esprimere un giudizio complessivo la Nuova Via della Seta promossa da Xi Jinping. Ma sono già evidenti le vere finalità di Pechino che punta a promuovere un nuovo approccio di politica internazionale, sviluppando rotte alternative per il proprio commercio e trovando uno sbocco per l’eccesso di capacità produttiva...

Narendra Modi’s mixed records: ambition and gambles

Four years after he won one of the biggest political victories in modern Indian history, Prime Minister Narendra Modi has started his campaign for another term in office. Over the years, he has delivered some radical change, a couple of dramatic failures, all while keeping his reputation as the country’s most trusted political leader largely intact...

L’autonomia di Hong Kong e l’inesorabile abbraccio cinese

«Questo non è un giorno di festa nazionale, ma di tragedia nazionale». Come ogni primo di ottobre, anniversario della nascita della Repubblica popolare cinese, migliaia di cittadini di Hong Kong hanno sfilato per chiedere piena democrazia e il rispetto del modello “un Paese, due sistemi”...

La partita di Imran Khan alla guida del Pakistan

La scena politica del Pakistan, abbastanza abituata agli scossoni politici, ha appena visto l’ennesimo cambio della guardia, anche se impensabile soltanto pochi mesi fa. L’ex cricketer Imran Khan, un personaggio dal solido linguaggio populista e fino ad ora rimasto sempre un po’ al margine della scena, ha vinto clamorosamente le elezioni parlamentari dello scorso luglio...

Il corto circuito tra etnicismo, esercito e democrazia nel Myanmar di Aung San Suu Kyi

Il primo pensiero, quando parliamo di Birmania, va alla popolazione Rohingya, la minoranza musulmana considerata dalle Nazioni Unite la più perseguitata al mondo. Uomini e donne costretti a scappare dalla loro terra e a subire violenze da parte di fondamentalisti buddisti e dell'esercito regolare...

Il Giappone di Abe: stabilità politica per rispondere all’instabilità globale

Appena confermato presidente del Partito liberal democratico LDP, Abe Shinzo potrà conservare la poltrona di primo ministro fino al settembre 2021, regalando al Giappone un periodo di stabilità politica – quasi nove anni – senza precedenti. Non gli sarà facile però trasformare la stabilità in una strategia di lungo periodo sul piano interno e internazionale...