terrorism

Lone terrorist attacks are impossible to prevent. Or are they?

Post-9/11 jihadist terrorism is rife with examples of the terrorist copycat effect. For instance, for some years after they were committed, the 2004 Madrid bombings served as a template for other terrorist attacks...

Le forze sul campo in ciò che resta della Siria

Il campo di battaglia in Siria è estremamente complesso, soprattutto per la presenza di diverse fazioni armate e paesi coinvolti, ognuno con la propria agenda di interessi...

La quasi-guerra fredda tra Kabul e Islamabad che tiene in ostaggio l’Afghanistan

L’ultima querelle tra Kabul e Islamabad riguarda l’attacco del gruppo pakistano Lashkar-i-Jhangvi (LJ) all’accademia di polizia di Quetta (nello stesso Pakistan) con un bilancio di oltre sessanta morti, avvenuto il 25 ottobre scorso...

Lo snodo di Mosul per l’Iraq, oltre il destino dell’ISIS

Mosul è una città irachena strategicamente fondamentale: situata nel nord-ovest del paese, a poca distanza sia dal confine turco sia da quello siriano, è ricchissima di petrolio...

Regional terrorism in West Africa and the Sahel connections

Long before Western colonization, it was merchants from the Maghreb that brought Islam to West Africa. Since the ninth century, it has spread widely and now the region is home to some of the largest concentrations of believers in the continent. In some countries, such as Mauritania and Mali, up to 90% of the population practices Islam...

Nigeria: Boko Haram è ridimensionato ma le sfide restano

A confermare che la strategia di contrasto a Boko Haram messa in campo dal Presidente Muhammadu Buhari in Nigeria stesse producendo risultati positivi ci sono ormai vari riscontri...

New York e la sintonia necessaria per vincere la presidenza

Qualunque sia l’esito delle indagini sulle bombe artigianali trovate a New York – di cui una esplosa il 17 settembre – e sulla sparatoria in Minnesota lo stesso giorno, il clima di paura sul piano della sicurezza interna sarà un fattore politico fino al voto dell’8 novembre...

Assessing the US response to 9/11 and Obama’s counterterrorism legacy

Almost ten years after 9/11, the leader of the organization behind the worst terrorist acts to have been perpetrated on US soil was killed in Abbottabad, Pakistan, in a raid ordered by President Barack Obama...

Il cyberspazio come terreno di competizione russo-americana – e non solo

Dietro i ripetuti cyber-attacchi ai danni del Partito democratico che – almeno in qualche misura – stanno condizionando la corsa verso la Casa Bianca, c'è la mano di Mosca. Ad esserne certa è Hillary Clinton - già colpita dalla violazione di un suo server privato...

Leadership elimination and the challenge of degrading the Islamic State

Omar al-Shishani was one of the few widely known leaders of the Islamic State. A striking appearance with his long, reddish beard, pale skin and morose demeanor, he had a reputation for being a fierce and battle-hardened jihadi. Drawing on years of experience fighting the Russians in Chechnya, Al-Shishani made a substantial contribution to the military campaigns of the Islamic State...