politics

L’evoluzione del capitalismo di stato nel gigante cinese

Il capitalismo di stato di stampo cinese è costellato di bachi e problemi. Ciononostante, ha portato un paese che negli anni Settanta era sull’orlo del collasso a diventare la seconda economia più grande del mondo, facendo uscire dalla povertà in tempi record centinaia di milioni di persone (i poveri erano 750 milioni nel 1990, sono 42 milioni oggi)...

Rent control: Russia’s state oil and gas firms

Oil and gas lie at the heart of Russia’s elaborate system of patronage structuring its politics and economy. Vladimir Putin and the current regime rely heavily on oil and gas tax revenues to finance state spending as well as oil and gas companies to provide billions of dollars’ worth of contracts to friends and supporters of the Kremlin...

Il grande progetto di modernizzazione della Turchia, in stile Erdoğan

Nel mese di giugno, Recep Tayyp Erdoğan ha ottenuto una nuova, doppia vittoria simultanea. Ha conquistato la riconferma alla presidenza della Turchia col 52,6% dei voti, senza passare per il ballottaggio: e sarà quindi il primo a godere dei poteri rinforzati che lo rendono anche capo del governo...

Il nazionalismo europeo e l’Occidente

“I movimenti anti-sistema in Europa, nella versione populista e nazionalista, hanno due origini diverse: la reazione alla crisi economica del 2008 e la reazione alla crisi migratoria del 2015. E’ molto più semplice guadagnare consenso facendo leva sui problemi migratori che sulle disuguaglianze economiche. La Lega, per guardare all’Italia, avrà vita più facile del Movimento 5 Stelle ”...

Berlino, senza Muro e senza ombre

I festeggiamenti per la caduta del Muro non hanno fermato una metropoli fedele al proprio motto: “Avanti sempre, indietro mai”. Berlino, dove la riunificazione ha funzionato davvero e il ricordo della città divisa sbiadisce nei quartieri alla moda dell’Est, sembra condannata a un’infinita metamorfosi che la lascia priva di ombre e di memoria...

Il ritorno delle città-Stato nell’epoca globale

Analizzare le città come protagoniste, nelle loro mille differenze, ci ricorda che quasi sempre adottiamo una visione semplicistica e rarefatta della politica, dell’economia e della società...

London: bigger than Brexit

Despite widespread fears about the impact of Brexit, London does not appear to be suffering overly much. The City remains the financial capital of the world thanks to the “four Ls”: language, longitude, law and liquidity. London’s critical mass and the presence of any number of European businesses keeps it strong: indeed, it is using its influence to advantage in Brussels...

Babilonia capitale: capire la vicenda di Barcellona

Le Olimpiadi del 1992, assieme alla diffusione delle compagnie aeree low cost, hanno fatto sí che Barcellona sia divenuta negli ultimi decenni una destinazione assai battuta dagli italiani. Per turismo, soltanto nel 2016, ci sono andati più di mezzo milione di nostri connazionali. Ma sono più di trentamila gli italiani (censiti) che vivono e lavorano in città ormai da anni...

La scommessa spericolata del sovranismo. Conversazione con Stefano Feltri

"Il consenso ai sovranisti si spiega con la diffusa percezione – talvolta anche fondata – che il Leviatano sia venuto meno alla sua missione, che abbia abbandonato i suoi sudditi allo stato di natura di una globalizzazione che prevede pochi vincitori e molti vinti"...

The long wave of 1968

When we think of 1968 today, the first things that come to mind are the student movements, protests against the Vietnam War, and a new social consciousness...