Europe

Diagnosi della democrazia contemporanea. Intervista a Michael Stürmer

[ Paolo Emilio Petrillo, giornalista, scrive da anni dalla Germania per varie testate italiane ed è autore del libro Lacerazione/Der Riss. 1915-1943: I nodi irrisolti fra Italia e Germania. La sua intervista a Michael Stürmer è stata pubblicata sul numero 76 di Aspenia. ]...

L’Ungheria come epicentro di un terremoto continentale

Il trionfo di Viktor Orbán alle elezioni ungheresi è significativo per diversi aspetti. Intanto, il suo partito, Fidesz, sfiora il 50% dei voti e aumenta i consensi rispetto a cinque anni fa sia in termini percentuali che in termini assoluti: non si nota dunque alcun logoramento per gli otto anni trascorsi al potere...

L'impronta profonda di Orbán sull'Ungheria e sull'Europa

Orbán. Ancora Orbán. Sempre più Orbán. Le elezioni ungheresi di domenica 8 aprile mostrano un paese quasi interamente arancione, il colore del partito Fidesz del carismatico primo ministro , in carica dal 2010 e giunto con questo ulteriore trionfo al terzo mandato consecutivo...

A French Processing Centre in Niger: The first step towards extraterritorial processing of asylum claims or (just) good old resettlement?

When The New York Times made headlines in the migration world with its recent article “At French Outpost in African Migrant Hub, Asylum for a Select Few” about the French refugee agency’s role in the UNHCR humanitarian evacuation scheme, it was not long before the magi...

Foreign policy after Italy’s elections: a major test for the winners

 Down with the liberal world order, thus down with Germany. Long live Trump's America, and Putin's OK too. Italy is better off siding with distant great powers than with its neighboring European ones: It will have fewer constraints and greater freedom of action...

The Western Balkans: where EU credibility is at stake

Often defined as the European soft belly, the Western Balkans are encircled by the EU without having full access to its economic advantages or benefiting from the security guarantees provided by complete membership...

Lo scontro Varsavia-Bruxelles: un nuovo “caso Ungheria”?

Un tempo antesignana della lotta contro il giogo di Mosca, oggi protagonista dello scontro con l’UE. Si tratta della Polonia di Diritto e Giustizia (PiS), il partito nazional-conservatore che nel 2015 ha conquistato prima la presidenza della Repubblica e poi la maggioranza assoluta in Parlamento. Allora il risultato delle elezioni rappresentò uno shock per gli osservatori internazionali...

Is there a future for Europe? A view from Romania

The years after the global financial crisis have been a rollercoaster for Europe and the world. The norms and traditional wisdom have been under siege and a flurry of populistic and anti-establishment trends have come to the forefront of politics and the public debate. Taboos like liberal democracy, independent judiciary or rule of law are openly contested...

Raccontare l’Unione Europea tra élites e sfera pubblica

Secondo Walter Cronkite, storico anchorman della CBS, “il giornalismo è ciò che serve per fare funzionare la democrazia”. Questa citazione, fatta la tara di una certa retorica tipicamente anglosassone, è un ottimo punto di partenza per analizzare un tipo di giornalismo sui generis, quello sull’Unione Europea, come strumento di narrazione di un sistema politico...

The Central European paradox

* From Aspenia 77-78, 2018 - English edition...